Cos’è il cross training: i segreti di questo nuovo sport

cos'è il cross training

Nelle sale fitness e tra gli sportivi, capita sempre più spesso di sentir parlare di cross-training, un’allenamento incrociato, che permette di migliorare la condizione fisica generale, grazie allo svolgimento di diversi esercizi, che comprendono una serie differente di gesti atletici, il tutto realizzato in un lasso di tempo prestabilito, al fine di preparare il fisico, a futuri allenamenti molto più intensi.

Ma, cos’è il cross training nello specifico? Perché sta guadagnando così tanta importanza?

Cos’è il cross training 

La nascita del cross training è da collocare agli albori del triathlon quando, gli atleti che si allenavano in tutte e tre le discipline, dimostrarono di poter eccellere poi in quelle singole. Da quel momento in poi, ebbero vita una serie di studi, incentrati sul dimostrare come una particolare gesto atletico, la corsa per esempio, possa migliorare le prestazione di un’atleta impegnato in una diversa disciplina.

Nella preparazione atletica attuale e moderna, il cross training, viene utilizzato per ridurre eventuali punti deboli, puntando ad aumentare la resistenza del fisico,  in modo da preparare gli sportivi a fasi d’allenamento più intensive. Questo perché, alternare gesti atletici sempre diversi in tempi brevi – l’allenamento punta ad utilizzare ogni giorno muscoli differenti – comporta un massiccio incremento del potenziale organico generale, riducendo il rischio d’infortuni: allenare muscoli diversi ogni giorno, favorisce il recupero delle micro-lesioni, che lo svolgimento d’attività fisica crea sul tessuto muscolare.

Quindi, alla domanda ” che cos’è il cross training?”, rispondere che si tratta di una forma di “una preparazione atletica”, non è errato ma riduttivo, in quanto, da alcuni anni può essere considerato un vero e proprio sport di tendenza, che mira ad imporsi come la disciplina base per il recupero della forma fisica. Questa, si differenzia da altre tipologie d’allenamento per tre principi, che lo rendono una soluzione unica e molto efficace:

  • I movimenti sono studiati per sollecitare tutti i muscoli, producendo un movimento naturale
  • L’elevata intensità degli esercizi, concatenata a tempi di recupero brevi e una successione di esercizi, che sollecitano tutto il corpo.
  • La varietà degli esercizi, rendono gli allenamenti più divertenti e meno pesanti.

4 motivi per iniziare a praticare il cross training

Nelle righe precedenti abbiamo analizzato cos’è il cross training, e tutte le caratteristiche tecniche, che lo rendono uno sport così innovativo e completo: ora, è arrivato il momento di esaminare tutti i vantaggi che questo comporta, che sia dal punto di vista dei miglioramenti fisici o meno.

cos'è-il-cross-training-e-perchè-praticarlo

1 – Sessioni d’allenamento brevi

Nel paragrafo dedicato a “cos’è il cross training”, abbiamo sottolineato, che il corpo viene sottoposto ad una serie di sforzi intensi, alternati in un periodo di tempo molto breve. Questo, com’è facilmente intuibile, porta le sessioni d’allenamento ad essere molto corte, e quindi  ideali per le persone che hanno poco tempo da dedicare allo sport: basta allenarsi per trenta minuti tre volte alla settimana. Questo, rende il cross training una valida alternativa all’esercizio fisico domestico, che spesso viene svolto in maniera errata.

2 – Buoni progressi in tempi brevi

Con il cross training si punta a migliorare la forma fisica generale, che si tratti di principianti o di atleti. In genere, in una settimana, un corridore potrà già notare dei miglioramenti dal punto di vista dello scatto e della velocità mentre, un principiante, vedrà aumentare la sua forza e la sua resistenza a cui, nel lungo periodo, andranno a sommarsi un miglioramento del sistema cardio-respiratorio, perdita di massa grassa e un aumento della massa muscolare

3 – L’importanza della varietà degli esercizi

Il punto di forza di questa particolare disciplina è la varietà degli esercizi, come chiarito nella sezione “cos’è il cross training”. In questo modo, non soltanto si rende il corpo più equilibrato, donandogli sia tra forza che resistenza, ma l’allenamento diventa anche piacevole e stimolante. Ogni sessione d’esercizi infatti, è costruita in maniera diversa, e prevede, molto spesso, sia allenamenti estremi che di gruppo.

4-I benefici fisici del cross training

A varietà d’esercizi corrisponde, com’è facile intuire, anche un gran numero di benefici fisici, tra cui:

  • miglioramento nelle prestazioni dell’apparato cardiovascolare e respiratorio
  • aumento della resistenza muscolare e della forza
  • incremento della velocità dell’agilità e dell’equilibrio
  • miglioramento nel coordinamento
  • aumento di tono e definizione muscolare

Qualcuno, potrebbe pensare che praticare il cross training a casa sia una buona idea, il che non è del tutto vero. L’utilizzo di alcuni degli strumenti richiesti, come la palla medica e il giubbotto zavorrato, potrebbero risultare pericoli per chi è fuori allenamento: svolgere esercizi indossando una zavorra di dieci chili, se si è abituati a svolgere una vita sedentaria, aumenta le possibilità d’incorrere in uno strappo muscolare.

Per questo, è consigliato sempre rivolgersi ad una palestra attrezzata per lo svolgimento di questo tipo di discipline, dove potrete essere seguiti da istruttori competenti: in provincia di Udine per esempio, avete a vostra disposizione la professionalità della palestra Modulor: via Gabelli n°59, 0432 233552

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *